EVENTI PASSATI

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              THE BLACK BLUES BROTHERS uno spettacolo acrobatico comico musicale internazionale Venerdì 8  Febbraio 2019 ore 21.00 Teatro Excelsior Erba   scritto e diretto da Alexander Sunny con: Huka Bilal Musa, Kulembwa Rashid Amini, Mlevi Seif MohamedMwakasidi Ali Salim e Pati Hamisi Ali La scintillante impresa dei magnifici cinque: così il celebre critico Franco Cordelli ha definito questo spettacolo nella sua recensione apparsa sul Corriere della Sera in occasione della tappa al Teatro Quirino di Roma.Black e Blue non sono solo colori ma soprattutto stati d’animo; Brothers non è solo una parola ma un modo di essere; cinque scatenati acrobati/ballerini che uniscono la fisicità e la plasticità dei movimenti che richiamano le loro origini africane al sound inimitabile del Rhythm & Blues, in eleganti abiti american style.I numeri dei Black Blues Brothers – 15 nazioni visitate –Oltre 200 città 40 teatri –Oltre 500 repliche –Oltre 250.000 spettato

 

 

 

MARTEDI’ 1 GENNAIO ORE 21,00   Cine-Teatro JUNIOR –  MICHAEL BROWN and F.O.C.U.S. Gospel Singers U.S.A.

Il primo gennaio 2019 Sarnico accoglierà, sul palco del Teatro Junior, un eccezionale ed emozionante  concerto GOSPEL tutto live.
La Band dal vivo è composta da sette straordinari artisti AMERICANI in tournée in Italia per i concerti
natalizi in prestigiosi teatri di diverse città. Vedi le foto della serata nell’area eventi passati/foto

Il 25 dicembre 1997 segna la nascita dei “F.O.C.U.S. Sound of Victory” (Followers of Christ Upholding Standards) sotto la guida di Wayne Ravenell che vuole creare uno dei migliori, vibranti, gruppi gospel della città di Charleston (Sud Carolina -U.S.A.).

 

Giovedì 27 Dicembre 2018  Ore 21:15 – Cine-Teatro Excelsior di Erba     Gruppo veniente dalla Carolina – US A  composto da:  12 Elementi con Ritmica

The Charleston Mass Choir è uno straordinario gruppo di cantanti e musicisti pro- venienti da Charleston (South Carolina) che con la loro energia, passione e capacità catturano ogni pubblico grazie anche alla grande varietà di abilità musicali che li contraddistingue.               Uniti per esprimere il loro amore per la musica e condividere i propri talenti per ele- vare spiritualmente la musica in ogni parte del mon

do non c’è nessuna esibizione per loro che sia troppo grande o troppo piccola. La musica dei Charleston Mass Choir è per tutti, per ogni luogo, senza eccezioni. Con il loro sound jazz e funky che si riflette su meravigliose armonie e potenti assoli creano un’esperienza indimenticabile per ogni spettatore. Credono fortemente che la loro musica possa abbattere le barriere e portare gioia.  The Charleston Mass Choir, oltre ad aver viaggiato in molte parti del mondo, si è esibita con molti rinomati artisti; condividendo il loro talento, la musica diventa un evento da non perdere.

 

 

Concerto Casanova Venise Ensamble – Lovere – 23 giugno 2018 organizzazione Idea in Più   In occasione della Festa Romantica organizzata dal Comune di Lovere il concerto Casanova Venise Ensemble portatrice delle musiche veneziane nel mondo con particolare riferimento ai brani scritti dal M°Reverberi interpretate dal Rondò Veneziano , l’orchestra si è esibita nella piazza principale di Lovere davanti ad oltre 2000 persone

 

 

.lunedì 12 Febbraio 2018  Teatro Fabrizio de Andrè – Mandello del Lario  – organizzazione Idea in Più

Al Porto Vecchio di Trieste c’è un “luogo della memoria” particolarmente toccante: il Magazzino n. 18. Racconta di una pagina dolorosa della storia d’Italia, di una complessa vicenda del nostro Novecento mai abbastanza conosciuta, e se possibile resa ancora più straziante dal fatto che la sua memoria è stata affidata non a un imponente monumento ma a tante, piccole, umili testimonianze che appartengono alla quotidianità.

Nel porto vecchio di Trieste, il Magazzino N.18 conserva sedie, armadi, materassi, letti e stoviglie, fotografie, giocattoli, ogni bene comune nello scorrere di tante vite interrotte dalla storia, e dall’Esodo: con il Trattato di Pace del 1947 l’Italia perse vasti territori dell’Istria e della fascia costiera, e circa 300 mila persone scelsero – davanti a una situazione dolorosa e complessa – di lasciare le loro terre natali destinate a non essere più italiane. Non è difficile immaginare quale fosse il loro stato d’animo, con quale e quanta sofferenza intere famiglie impacchettarono le loro cose lasciandosi alle spalle le case, le città, le radici. Davanti a loro difficoltà, paura, insicurezza, e tanta nostalgia.

GABRIELE CIRILLI in

#TALE E QUALE A ME – AGAIN

Febbraio 2018 Teatro Fabrizio de Andrè – Mandello del Lario all’interno della Stagione teatrale 2018 – direzione artistica IDEA in PIU’

Gabriele Cirilli torna protagonista dei palcoscenici con il suo nuovo spettacolo #TaleEQualeAMe… Again, scritto dall’attore insieme a Maria De Luca e Carlo Negri per la regia di Gabriele Guidi. “La casa nasconde ma non perde”, lo diceva nonna Concetta. Ogni pezzettino di vita o ricordo di ognuno di noi è in una soffitta o in una cantina ma con l’avvento di internet il nascondiglio viene sostituito da un hashtag dentro il quale puoi conservare le tue emozioni. Gabriele apre il suo # al pubblico proprio sul palcoscenico, l’unico luogo dove l’attore riesce ad essere tale e quale a se stesso. Gabriele Cirilli ha avuto la fortuna, la determinazione e il privilegio di imparare il “mestiere” dai più grandi artisti del teatro e del cinema italiano. Inizia la sua formazione al “Laboratorio di Esercitazioni Sceniche” di Roma diretto da Gigi Proietti. Da qui, tante collaborazioni in teatro, nel cinema e nella fiction tv, in qualità di interprete, non solo comico, accanto a grandi artisti. Nomi prestigiosi, pietre miliari come Flavio Bucci, Piera Degli Esposti, Lina Sastri, Michele Placido, Lino Banfi, Paolo Villaggio, Nino Manfredi, Alberto Sordi, ma anche tante giovani promesse. Scrive insieme ad autori storici come Vincenzo Cerami e ha la fortuna di lavorare con premi Oscar come Nicola Piovani, Le regie dei suoi spettacoli sono affidate a nomi del calibro di Ugo Gregoretti, Antonio Calenda e Pietro Garinei che, nel 2003, gli apre le porte del Teatro Sistina di Roma, tempio della commedia musicale. Da qui i suoi spettacoli prendono il via girando tutta l’Italia in un consenso di applausi e di critica.

LA VEDOVA ALLEGRA Compagnia Operette diretta da Elena D’angelo

Gennaio 2018 Stagione Teatrale Mandello del Lario –  direzione artistica Idea in Più .

La vedova allegra portata in scena dalla Compagnia Operette diretta da Elena D’angelo , per la prima volta al Teatro Fabrizio de Andrè di Mandello del Lario . lo spettacolo tutto rigorosamente live è stato portato in scena con l’orchestra da Vivo , corpo di ballo, Attori e Cantanti . la Soubrette Elena d’Angelo ha riscosso applausi a scena aperta.

SOUTH CAROLINA   MASS CHOIR

Un concerto eccezionale con i THE SOUTH CAROLINA MASS CHOIR  Gruppo proveniente dalla Carolina del Sud – U.S.A. è co

mposto da : 13 elementi con Ritmica (batteria+basso+chitarra+2 tastiere)

I

 South Carolina sono una prestigiosa corale gospel proveniente dalla Carolina del sud fondata e diretta da Michael Brown che ha preso vita sul finire degli anni ‘90. Il primario intento è di dare spazio ai molti giovani appassionati di gospel che cercano un’occasione per esprimere il proprio talento ed anche una possibile carriera nel mondo della musica Gospel, Soul e R&B.Si estende velocemente arrivando a contare 45 membri e diventa una delle formazioni giovanili più interessanti ed acclamate di gospel contemporaneo della regione. Sotto la sapiente guida di Michael Brown inizia una intensa attività di studio e di approfondimento della cultura gospel e spirituals dalle origini ai giorni nostri. Questo lavoro porta la corale a interpretare non solo le forme moderne del gospel ma anche quelle più tradizionali conosciute e cantate dai lori avi.La particolarità di questa corale consiste nel sapere mischiare ritmi moderni a quelli tradizionali, raggiungendo un equilibrio musicale di grande spessore artistico.Nella loro musica si possono trovare canti tradizionali rivisitati con gusto e creatività in linea con le nuove tendenze contemporanee. Il loro sound sà essere esplosivo ma anche carico di sfumature e suggestioni celestiali tipiche della più genuina tradizione gospel afroamericana. Nel dicembre 2015 una parte della corale partecipa al “Concerto Gospel Di Natale” all’Auditorium della Conciliazione di Roma, trasmesso da Canale 5 Mediaset. A questo straordinario evento hanno partecipato e diviso il palco con grandi artisti internazionali fra cui: Anastacia, Lola Ponte, Angélique Kidjo, Hevia, Riccardo Cocciante,Gigi D’Alessio, Anna Amoroso e altri importanti artisti italiani.

.I LEGNANESI – La Famiglia Colombo     

LEGNANESI

 

 

 

 

 

 

 

Un’altra spumeggiante storia della famiglia Colombo è pronta per farvi divertire, con il cortile più famoso che si trasforma nello scenario della processione per festeggiare S. Ambrogio. Un cortile in festa – introdotto dai Boys scatenati in apertura – quello abitato dalla famiglia Colombo, in cui la Teresa, insieme al suo Giovanni e alla figlia Mabilia, e con l’ausilio delle altre “cortigiane” e delle suore del paese, sta preparando una grande recita per omaggiare il Santo Patrono. Sarà durante l’allestimento della festa che Mabilia – chiamata a impersonare la Vergine Maria – si innamorerà di uno strano “personaggio”, un nuovo arrivato nel cortile che la conquisterà al punto di decidere di ufficializzare il fidanzamento al cospetto delle due famiglie. È proprio un inno all’amore il primo spettacolare numero musicale della Mabilia, in un trionfo di cuori e di puttini dorati, tra un accenno di passionale tango e chilometri di preziosi tessuti rosso “amore”. Tra una schermaglia con la Chetta, battute esilaranti con le suore impegnate nella processione e la Teresa alle prese con la tecnologia, un cellulare di ultima generazione e il suo inglese maccheronico, che replica al “Ti amo da morire” del Giovanni con “Ma non lo fai mai, devi dimostrarlo!” – strappando l’ennesima risata al pubblico – si fa largo l’’idea di un viaggio premio a Cuba. È qui che, ispirati all’apertura degli Usa verso l’isola caraibica, a conferma della sempre viva attenzione ai fatti di attualità, prende vita un quadro davvero strabiliante, trascinante e coinvolgente: un caleidoscopio di colori per la Mabilia, con una Teresa inedita e il Giovanni che si gusta un sigaro, regalando agli spettatori una vacanza da sogno… restando seduti sulle poltrone. Abbiamo lasciato Mabilia alle prese con il suo nuovo amore, questa volta sarà quello giusto per convolare a nozze? Dopo una sofisticata apertura “in nero”(ma illuminato da centinaia di migliaia di paillettes) nella seconda parte dello spettacolo, infatti, insieme alla Teresa, al Giovanni e alla Pinetta, con il vestito buono delle grandi occasioni, dal cortile ci trasferiremo nella sinistra villa dei davvero bizzarri genitori del fidanzato, in via della Paura 17… strizzando l’occhio alla più famosa famiglia “noir”, gli Addams. Il nero sarà il colore prevalente in questa scena, look dei personaggi compresi, con esilaranti gag in tema; il fidanzamento si svolgerà addirittura nei pressi del cimitero del paese e si trasformerà in una strampalata seduta spiritica. Ancora una volta la famiglia Colombo ci porterà con la sua semplicità attraverso situazioni grottesche ed imprevedibili per farci ridere, riflettere e tornare col pensiero alla quotidianità che si viveva un tempo nei cortili, ma che in qualche modo si vive, in maniera diversa, anche oggi. Due famiglie a confronto, per sorridere ripensando ai tempi che furono… e riflettere sui tempi di oggi, per questo nuovo spettacolo pieno di ritmo, risate e tradizione.

LA DIVINA COMMEDIOLA – GIOBBE COVATTA

covatta imm

Tanti  illustri personaggi hanno letto e commentato la Divina Commedia del Grande Dante Alighieri. Giobbe Covatta ha recentemente reperito in una discarica il manoscritto di una versione “apocrifa” della Commedia scritta da tal Ciro Alighieri. Purtroppo è stato reperito solo l’inferno e non in versione completa. Dopo un attento lavoro di ripristino si può finalmente leggere questo lavoro dimenticato che ha senz’altro affinità ma anche macroscopiche differenze con l’opera dantesca. Intanto l’idioma utilizzato non è certo derivato dal volgare toscano ma è senz’altro più affine alla poesia napoletana. Si nota poi come il poeta abbia immaginato l’inferno come luogo di eterna detenzione non per i peccatori ma per le loro vittime! E non poteva trovare diversa soluzione in quanto le vittime sono i bambini ovvero i più deboli, coloro che non hanno ancora cognizione dei loro diritti e non hanno la possibilità di difendersi. Così mentre resterà impunito chi ha colpito con le sue nefande azioni dei piccoli innocenti del terzo mondo, il Virgilio immaginato dall’antico poeta lo accompagnerà per bolge popolate dai bambini depauperati per sempre di un loro diritto, di qualcosa che nessuno potrà mai restituirgli. Giobbe Covatta ci presenta un reading al leggio la sua versione della Divina Commedia totalmente dedicata ai diritti dei minori. I contenuti ed il commento sono spassosi e divertenti, ma come sempre accade negli spettacoli del comico napoletano, i temi sono seri e spesso drammatici.

I CAPOLAVORI DI MOGOL 5O ANNI DI SUCCESSI

MOGOL definitivo

A 50 anni dal suo primo successo “Al di là”, canzone interpretata da Luciano TajoliBetty Curtis che nel 1961 vinse il Festival di Sanremo, Mogol si racconterà al pubblico rivelando storie e aneddoti sulle sue canzoni, che saranno interpretate durante la serata da artisti conosciuti ed emergenti: salirà sul palco Mario Lavezzi, uno dei più noti compositori, cantautori e produttori discografici italiani, che presenterà le nuove canzoni scritte con Mogol in uscita a settembre. Saranno inoltre presenti i Btwins, gemelli rivelazione di Sanremo 2011, il pianista, compositore e arrangiatore Gioni Barbera, il cantautore Giuseppe Anastasi (artefice dei brani “Sincerità” e “Pace” interpretati da Arisa). Non mancheranno all’appello anche due cantautrici romane: Carlotta, che ha debuttato nel 2000 con la hit “Frena”, e che ha partecipato nel 2001 al Festival di Sanremo (è attualmente impegnata nel progetto Scarlatto), e Paula, nome d’arte di Paola Canestrelli, arrivata al successo grazie alla sua partecipazione al programma X Factor. Parteciperanno infine i New Scarlet e i migliori allievi romani del CET, che canteranno le canzoni di Mogol. Gli artisti ospiti eseguiranno dal vivo una selezione dei successi di Mogol tra cui non potranno mancare capolavori come Impressioni di Settembre, La prima cosa bella, Vita, Nessun Dolore, Anche per te, Io e te da soli, solo per citarne alcuni.

CASANOVA VENICE ENSEMBLE

CASANOVA2

La grande Orchestra Veneziana “Casanova Venice Ensemble” diretta dal M° Tino Carollo porta in giro per il mondo la cultura e la magia di Venezia. Si esibiscono con i loro costumi Veneziani del ‘700. Hanno al loro attivo alcuni CD e DVD distribuiti in Italia e all’ estero e per questo lavoro discografico l’Orchestra e il M° Tino Carollo hanno ricevuto nel 2004 al Palazzo del Cinema di Venezia il Prestigioso Premio “Leone d’Oro” per la Musica. Un repertorio tratto dalle musiche di Vivaldi e del M° Reverberi con il Rondò Veneziano ma non solo; sarà un viaggio musicale tra le sonorità più delicate delle colonne sonore d’autore come Morricone, Rota, Lai, Jarre, passando poi dalla musica classica ad un repertorio più leggero ma di grande patos, delle melodie dei “Classici Italiani” come le musiche del noto tenore italiano Andrea Bocelli.

ENZO IACCHETTI – TROPPA SALUTE

 

E’ uno spettacolo di quasi 2 ore di gran cabaret  concentrato e sotto forma di un vero  show d’altri tempi, dove Enzo Iacchetti dà il meglio dei suoi 25 anni di carriera e successi televisivi e teatrali. Monologhi, liriche e canzoni bonsai, che lo resero famoso al Maurizio Costanzo Show, gags a raffica, satira ed ironia sull’attualità. Enzo torna al suo primo grande amore: il Cabaret, accompagnato dalla Witz Orchestra ( 3 elementi ) antisegnana della musica comica, con cui darà vita ad innumerevoli sketchs svelando al pubblico il lato pungente della comicità colmo di sorprese e carico d’ironia che solo i grandi comici sanno raccontare. Finalmente uno spettacolo divertente, adatto a tutti, dove un’atmosfera teatrale lo accompagna.

PAOLO MIGONE – SERGIO SGRILLI – KALABRUGOVIC

 CABARETI tre i cabarettisti : Paolo Migone, Sergio Sgrilli e Kalabrugovic, forti dei successi ottenuti al programma televisivo Zelig, in una serata divertentissima, tre diversi modi di fare Cabaret portando in scena i personaggi e monologhi tra i più divertenti del loro repertorio.

FABRIZIO POGGI & TINO CAPPELLETTI

blues1

Durante la sua lunga carriera, Fabrizio porta la sua armonica, nei locali sparsi per tutta la penisola, diventando un punto di riferimento per tanti appassionati che lo stimano e lo sostengono nei momenti difficili. L’istrionica capacità di Fabrizio Poggi di instaurare un rapporto, pressoché immediato, tra palco e platea riceve sempre entusiastici consensi. Ne sanno qualcosa le migliaia di persone che lo hanno visto sui palchi dei più prestigiosi blues festivals. Fabrizio Poggi ha suonato al Pistoia Blues Festival, al Bordighera Jazz and Blues Festival, al Lugano Blues to Bop, all’Arenzano Blues Festival, al Sestri Levante Blues & Soul Festival, al Nave Blues Festival, al Bergamo Blues & Gospel Festival, al Narcao Blues Festival, al Rootsway-Roots and Blues Festival, al Tiferno Blues Festival, al Piazza Blues Festival di Bellinzona, al Castelfranco Blues Festival, al Macallè Blues Festival, al Vallemaggia Magic Blues Festival, all’Acoustic Guitar Meeting, ai Cross Road Blues Festivals di Capo D’Orlando e Caserta, al Velletri Blues Festival, al Summertime Blues Festival di Alcamo, al Liri Blues Festival, al Rapperswil Blues Festival, all’Ameno Blues Festival, a Folkest, al Piacenza Blues Festival e al Trescore British Blues Festival. Si è esibito con grande successo al King Biscuit Festival di Helena, Arkansas, alla Folk Alliance Conference di Kansas City, Missouri. Ma la lista è davvero lunga…

TINO CAPPELLETTI Leggendario bassista blues e rock, Tino Cappelletti ha suonato per vent’anni con la Treves Blues Band ed è stato tra i fondatori della mitica Baker Street Band. Tra i musicisti con cui ha collaborato: Mike Bloomfield (con cui ha inciso un disco dal vivo nel 1981), Sunnyland  Slim, Chuck Leavell (Clapton,Rolling Stones) , Mauro Pagani , Rocco Tanica (Elio e le Storie Tese), Claudio Bazzari, Dave Baker, Chuck Fryers , Tolo Marton , Louisiana Red e molti altri.

SHERRITA DURAN & THE ANGHELION GOSPEL CHOIR

Stampa

Concerto Gospel con Sherrita Duran accompagnata da tre coriste : Daniela Falso, Gloria Enchill e Elvira Nya, oltre al coro l’Anghelion Gospel Choir formato da 40 elementi  ed infine la band di accompagnamento vi faranno trascorrere una serata coinvolgente e spettacolare. SHERRITA DURAN: Nata e cresciuta a Fresno (California), Sherrita si trasferisce molto presto a Los Angeles dove nel 1992, quando la sua carriera artistica è già avviata, si laurea in Opera Lirica, Musica e Arti Vocali presso l’Università South California. Già giovanissima si esibisce sui palcoscenici più prestigiosi degli Stati Uniti (Dorothy Chandler Pavilion, Los Angeles Opera, Pasadena Performing Arts Center e Mark Taper Forum) e del Canada (Ford Theatre for the Performing Arts di Toronto); gira l’Europa (Germania, Francia e Austria) in tournée con The Albert McNeil Jubilee Singers.

SOGNANDO MARILYN – il musical

La compagnia Nuove ProposteSOGNANDO MARILYN A3 sarà al teatro excelsior con il Musical “Sognando Marilyn” ha visto un prestigio premio: 1° PREMIO G.A.T.a.L e PREMIO D’ECCELLENZA PER “SOGNANDO MARILYN: IL MUSICAL” Il concorso teatro 2014/2015 promosso da G.A.T.a.L (Gestione Attività Teatro Amatoriale Lombardia) premia ogni anno con giudizio espresso da apposite Giurie tecniche gli spettacoli delle sezioni Commedie, Dialettale e Musicale, presentati dalle Compagnie Amatoriali, con secondi premi di secondo e primo grado, e primi premi di primo e secondo grado. Dopo i successi ottenuti in passato con i Musical “La Piccola Bottega degli Orrori”, “Il Piccolo Popolo del Grande Emporio” e “Pippin”, quest’anno Le Nuove Proposte hanno avuto l’onore di aggiudicarsi con “Sognando Marilyn: Il Musical” il 1° premio di primo grado ed eccezionalmente la Giuria ha insignito la compagnia anche con un premio di Eccellenza, per proclamare il vincitore in assoluto della sezione Musicale edizione 2014/2015. Tale ulteriore prestigioso premio ha coronato tre anni circa di lavoro per la realizzazione di “Sognando Marilyn: Il Musical”.

LA TRAVIATA

trav

Un progetto unico ed in prima assoluta con un obiettivo ambizioso: portare l’opera lirica fuori dai grandi palcoscenici e dalle grandi città. Il fine è quello di avvicinare il pubblico al repertorio operistico italiano con un’operazione “porta a porta”. Tale progetto ha un’altra peculiarità: quella di essere interamente organizzato, prodotto e realizzato da giovani musicisti con un’età media al di sotto dei 35 anni. L’organizzazione è affidata all’ensemble Spirabilia, in collaborazione con l’Orchestra Antonio Vivaldi, diretta dal Maestro Lorenzo Passerini, che è anche il direttore artistico del Festival. La direzione della produzione è affidata ad Aldo Spreafico e Mauro Mosca di Spirabilia. Un allestimento curato nei minimi dettagli, che vedrà un cast di prim’ordine ed un coro lirico professionale sul palco.
L’orchestra sarà composta da 16 giovani musicisti con un adattamento orchestrale creato ad hoc; l’allestimento scenico sarà a cura di “Grandi Spettacoli” e la regia curata da Luigi Monti ed Elena D’Angelo. La caratteristica principe ed innovativa del progetto è quella di aver creato un allestimento fresco e giovane pur mantenendo la tradizionalità verdiana.

I LEGNANESI

legnanesi

È da lì che parte tutto…dalle finestre che si affacciano sui cortili: sono la televisione dei “pover crist”, uno schermo virtuale che permette alla famiglia Colombo di tenere d’occhio tutto quello che succede nel loro piccolo grande mondo fatto di gioie, amori, discussioni e..furti. Sì, perchè un furto sconvolge la loro quotidianità: la porta del “monumento” del cortile, ovvero il gabinetto comune, viene inspiegabilmente rubata. Panico e indignazione serpeggiano tra le “cortigiane”, che per risolvere la complicata situazione coinvolgeranno addirittura le forze dell’ordine. La necessità di acquistare una nuova porta darà adito ad una serie di incomprensioni, litigi e battibecchi che si risolveranno con la morale:”chi fa da sè fa per tre!”. Tre, come gli amatissimi componenti della famiglia Colombo che, nella seconda parte dello spettacolo si cimenteranno con l’impegnativa gestione di un’edicola. La Mabilia – un po’ sovrappeso – abbagliata da rotocalchi che raccontano lo sfavillante star system composto da ricchezza, cinema, moda e gossip, decide di sottoporsi ad una dieta ferrea. Riuscirà nell’impresa? Un ritmo serratissimo di battute e riferimenti all’attualità, tra sfarzosi quadri musicali che ricalcano le atmosfere e la tradizione della classica rivista all’Italiana. Signori e signori: I LEGNANESI stanno tornando più divertenti che mai!

MATIA BAZAR

Stampa

Una storia di canzoni e vita tra le più belle della musica italiana, che ha attraversato quattro decadi – con i dovuti e, a volte, purtroppo, forzati mutamenti – rinnovandosi sempre artisticamente (senza cambiare davvero mai) restando un punto di riferimento per chi è arrivato dopo e un laboratorio per chi ne ha fatto parte. i Matia Bazar (Silvia Mezzanotte, voce; Giancarlo Golzi, batteria; Piero Cassano, chitarre e piano; Fabio Perversi, tastiere) si raccontano attraverso le loro maggiori canzoni di successo – da “Solo tu” a “Per un’ora d’amore”, da “Vacanze Romane” a “Ti sento” – ripercorrendo 40 anni di storia di musica.

 

TEO TEOCOLI – RESTYLING – FACCIO TUTTO

TEOCOLI A3

Il nuovo show di Teo Teocoli si chiama “Restyling Faccio Tutto”: un susseguirsi di monologhi, gag e divertenti momenti musicali. La miriade di sue imitazioni e le parodie più celebri che hanno reso popolare l’artista entrando nella storia della televisione. In una parola, uno show dove si ride molto!! Uno spettacolo di puro divertimento, di improvvisazione come solo Teo e’ capace, dove, in una sorta di “lanx satura”, porta in scena il suo smisurato talento artistico. Il repertorio senza una scaletta ma affidandosi alle emozioni e all’ispirazione del momento, in un “viaggio a ritroso” nella sua carriera di attore, cantante, ballerino, uscendo ed entrando nei tanti personaggi che ha reso famosi (dal surreale “Felice Caccamo” al “Celentano”, fino a “Balotelli”, il suo più recente cavallo di battaglia). Un nuovo one man show cucito sulle migliori doti di Teo Teocoli, un ritorno alle origini e all’essenzialità’ della comicità’.

FABIO TREVES BLUES BAND special guest GAB D

Senza titolo-1

 

 

 

 

 

 

 

 

Capitanata dall’armonicista FABIO TREVES (soprannominato il Puma di Lambrate, portavoce del verbo blues, inventore di “blues alle masse”) nel 2014 ha festeggiato  i 40 anni di attività, tutti percorsi con coerenza e passione la lunga strada della “musica del diavolo. Per il concerto organizzato al teatro Excelsior oltre che a Fabio Treves e la Blues Band al completo,  ci sarà “SPECIAL GUEST D’ECCEZIONE, “GUITAR RAY & GAB D.

LA SPARTIZIONE – OVVERO VENGA A PRENDERE IL CAFFE’ DA NOI

0-1734963-snafvb

 

 

 

 

 

 

 

Adattamento e regia  Marco Filatori, Progetto Teatrale Laura Negretti, Musiche originali Carlo Boccadoro, Scenografie Armando Vairo, Con : Stefania Apuzzo  Alessandro Baito  Antonio Grazioli  Franco Maino Laura Negretti  Silvia Ripamonti, Produzione Teatro in Mostra – Como. Una produzione letteraria carica di un umorismo leggiadro, con punte d’assoluta comicità e tuttavia percorsa dal presentimento della caducità della vita. L’entrata in scena delle tre sorelle Tettamanzi, la loro progressiva metamorfosi da pie zitelle in donne consapevoli della propria femminilità, pronte a spartirsi l’oggetto dei loro desideri sensuali è, infatti,  un vero e proprio ribaltamento di ruoli. Ed il talento narrativo dello scrittore, l’attenzione minuziosa e mai pedante per le sfaccettature psicologiche, le sottigliezze e le piccole meschinità dell’animo umano porteranno ad un finale che altro non è se non un grandioso “coup de théâtre”; evitandoci così, la banalità di un finale scontato e ricreando per l’ennesima volta nelle sue pagine l’agrodolce imprevedibilità della vita vera.

PERMETTETE? VI PRESENTO LA VEDOVA ALLEGRA

liciniumpopop

 

 

 

 

 

 

 

Per la prima volta in scena a Erba la più celebre delle Operette ” LA VEDOVA ALLEGRA” con lo spettacolo “PERMETTETE? VI PRESENTO LA VEDOVA ALLEGRA “. Orchestra, coro e corpo di ballo tutto rigorosamente dal vivo per uno spettacolo di forte impatto scenico e artistico. I personaggi: il  Conte Danilo Danilowitch, segretario d’ambasciata sarà il famoso Tenore Maurizio Comencini, Hanna Glaway( la vedova ) la soprano Consuelo Gilardoni; Camillo de Rossollon interpretato da Francesco Tuppo; la Baronessa Valencienne è Camilla Antonini; Niegus cancelliere d’ambasciata e narratore è Luigi Monti. Il corpo di ballo ” Scarpette Bianche” di Canzo. Gli abiti di scena sono realizzati dalla sartoria Bianchi allestimento grandi spettacoli.

MIN. TRINI MASSIE & THE SOUND OF GOSPEL SINGERS

Gospel locandina

 

 

 

 

 

 

 

 

Trini Massie & The Sound of Gospel Singers è una formazione composta da artisti provenienti da varie chiese battiste della East Coast, magistralmente preparati al portentoso Trini Massie, una delle figure più prestigiose del mondo musicale Gospel internazionale e artista già affermato in diverse capitali europee e città italiane. L’energia e la vitalità prorompente di questi artisti, unita alla sonorità potente e raffinata delle melodie spiritual e gospel, toccano il profondo di ognuno di noi come in nessuna altra musica. Minister Trini Massie è compositore, direttore, musicista e predicatore con un vasto numero di fans in tutto il mondo, con le sue 4 ottave di estensione, una dinamica di direzione magistrale e un talento musicale decisamente fuori dalla norma. Trini Massie esprime sul palco la sua naturale natura di fuori-classe letteralmente trascinando con sè pubblico e artisti.

LE STREGHE  – Musical –

locandina ok 1

 

 

 

 

 

 

 

 

Cast artistico attuale formato da 17 elementi tra contanti e ballerini, Musiche tutte rigorosamente dal vivo band formata da otto musicisti, Musiche originali e arrangiamenti di Luciano Capurro e Fulvio Gaslini, Coreografie di Luca Guerra,Cinzia Butti,Maja Cordella e Laura Sichetti, Costumi e scenografie di Lara Fusco e Luca Guerra. L’Associazione “Musical I Love You” di Sanremo (IM), con esperienza più che decennale nella messa in scena di Musical e Commedie Musicali, si occupa della presentazione, produzione e messa in scena per la prima volta di uno spettacolo inedito . “Le Streghe – Musical tra Storia e Leggenda”. L’argomento trattato è, come si evince dal titolo “Le Streghe”, argomento storicamente legato anche al territorio ligure. Da un’idea di Manuela Gaslini con la collaborazione della Compagnia “Musical I Love You”, l’argomento del musical tratta della persecuzione alle erbolarie e medichesse che fine del 1500 sono state accusate di stregoneria. I personaggi infatti portano nomi storici che troviamo nei verbali dei processi dell’inquisizione. La trama è per lo più di fantasia e con tratti favolistici anche se sono introdotte molte citazioni storiche e ricette effettivamente utilizzate a scopo guaritivo nell’epoca trattata, derivate da uno studio attento dell’argomento. La Compagnia “Musical I Love You” specializzata in spettacoli di musical è attiva da 15 anni sopra tutto sul territorio ligure collaborando spesso con la regione Liguria ma anche con Comuni e Teatri del nord Italia.

KING’S SINGERS

Definiti da Times come il gruppo “inossidabile da oltre quarant’anni, pur cambiando elementi di quando in quando” e da Gramophone cone “incantevoli all’ascolto dalla prima all’ultima nota”, i King’s Singers sono un gruppo davvero straordinario e continuano ad essere uno dei gruppi vocali più amati dal pubblico e dalla critica di tutto il mondo, con un repertorio ricco e variato che va da Gesualdo a György Ligeti e Michael BubléNoti a livello internazionale per le loro esibizioni in campo classico e nella musica antica, i King’s Singers mantengono quella brillantezza che è la gioia dei loro numerosi ammiratori anche quando cantano un repertorio più leggero e sono immediatamente riconoscibili per la loro intonazione impeccabile, la straordinaria fusione vocale, la chiarezza dell’articolazione, i tempi perfetti. Il coro è formato da David Hurley controtenore, alla sua ventiseiesima stagione col complesso, da Benedict Hymas tenore alla sua prima stagione, da Christopher Bruerton baritono alla sua quarta stagione, da Christopher Gabbitas baritono alla sua dodicesima stagione, da Timothy Wayne-Wright controtenore alla quarta stagione e da Jonathan Howard basso alla sua terza stagione. Si sono succeduti fino ad oggi solamente venticinque King’s Singers, compresi i sei attuali, e sono pochi considerando che il loro lavoro a tempo pieno esige una grande natura musicale, abilità vocale, presenza scenica e una resistenza fisica notevole per poter rimanere in tournée nove mesi all’anno. David Hurley – ControtenoreThe King’s Singers, Tim Wayne-Wright – Controtenore, Benedict Hymas  – Tenore, Christopher Bruerton  – Baritono, Christopher Gabbitas – Baritono, Jonathan  Howard – Basso