Prima rassegna teatrale a BELLANO

"RISATE AL FEMMINILE" appuntamenti con le Signore del Teatro Italiano

 PRIMA RASSEGNA TEATRALE A BELLANO (LC)                                                         

a causa della pandemia causata dal Covid-19 di seguito indichiamo le date di recupero degli spettacoli, tutte le serate verranno fatte durante il periodo estivo presso ELIPORTO DI BELLANO. i possessori dei biglietti p abbonamenti potranno presentarsi direttamente con quanto in loro possesso. la pianta posti che verrà creata sarà in linea con quella del Cine Teatro.

Sarà possibile acquistare altri biglietti dal 30 giugno 2020

Gli spettacoli si svolgeranno in totale sicurezza rispettando le norme previste nei decreti .

 

Modalità di accquisto: Accedere alla piantina e acquistare direttamente, modalità di pagamento con Carta di credito oppure con Bonifico bancario, è possibile anche prenotarsi trami Info Point di Bellano Via Vittorio Veneto, 23 Orari di apertura: 09:30 - 13:00, 14:00 - 17:30.

DI SEGUITO E' POSSIBILE VEDERE TUTTE LE PRESENTAZIONI DEI VARI SPETTACOLI, RICORDANDO CHE IL BOTTONE ACQUISTA PER ACQUISTARE I SINGOLI BIGLIETTI E' DISATTIVATO FINO A GIOVEDI' 31 OTTOBRE ORE 8,30

 

 

 

NUOVA DATA SPETTACOLO VENERDI' 17 LUGLIO ore 21,15

ANGELA FINOCCHIARO in BESTIA CHE SEI 

Spettacolo inizialmente previsto nella Stagione Teatrale a Bellano sospeso per le note cause del Covid 19, con grande sforzo da parte della produzione e sopratutto dell'Amministrazione Comunale di Bellano, lo spettacolo è stato riprogrammato in una serata d'estate nella bellissima Location dell'Eliporto di Bellano. Per gli Abbonati e per coloro che hanno già acquistato i biglietti, possono venire direttamente allo spettacolo con il biglietto che hanno già acquistato, avendo ricalcato la stessa piantina del Teatro presso l'Eliporto le posizioni non cambiano.
Essendo l'Area più ambia si è deciso di aumentare i posti , sempre nel rispetto delle regole imposte nel decreto per gli eventi all'aperto.
Tutti i posti saranno distanziati di un metro, all'entrata verrà misurata la temperatura, lo spettatore ha obbligo di entrare allo spettacolo con la mascherina, la stessa potrà poi essere tolta una volta seduti al proprio posto.
Dal bottone acquista è possibile acquistare i posti ancora disponibili il costo biglietto è €.30+2 di prevendita .
  attenzione ricordiamo che i posti sono distanziati di mt. 1 come indicato nel decreto per gli eventi all'Aperto.

  notizie sullo spettacolo:  BESTIA CHE SEI

Stefano Benni e Angela  Finocchiaro hanno spesso incrociato le loro vite professionali nell’arco degli ultimi venti anni. Come scrittore Benni ha realizzato testi teatrali che sono ormai diventati classici della drammaturgia contemporanea e che l’attrice milanese ha portato in tournèe per molti anni. Da La Misteriosa scomparsa di W, proseguendo con Pinocchia e Benneide fino ad arrivare a Mai piuÌ€ soli.                                                                                                                         Con Bestia che sei, il nuovo spettacolo preparato per l’occasione, Stefano Benni e Angela Finocchiaro si ritroveranno sul palco per la prima volta insieme.

Un reading a due voci in cui i protagonisti saranno quegli animali che hanno spesso popolato l’immaginazione dello scrittore bolognese. Animali veri e fantastici, quotidiani e leggendari, gatti diabolici e cani innamorati, ippopotami filosofi, balene sexy, topi cagoni, babonzi e camulli, ma soprattutto creature ambigue, che ci ricordano che l’homo sapiens è la bestia piuÌ€ ridicola e feroce del cosmo.

Una lettura piena di sorprese ed energia che non potrà che confermare la bellezza di questo binomio artistico.

 

QUESTO SPETTACOLO è IN SOSTITUZIONE DI QUELLO PREVISTO CON SERENA DANDINI, L' ARTISTA NON HA DATO LA DISPONIBILITA' PER NUOVE DATE

.Questo spettacolo è stato scelto per sostituire quello di Serena Dandini inizialmente previsto nella stagione Teatrale di Bellano che poi per le cause del Covid 19 si stati costretti a sospendere. ( La Signora Dandini non ha poi dato disponibilità per date di recupero) Debora Villa è oggi rappresentata come una delle migliori e divertenti attrici del panorama comico Italiano , fino a che i Teatri sono stati aperti ha avuto con questo spettacolo un grande successo di critica e di pubblico esibendosi nei maggiori teatri italiani.  Siamo certi che questo spettacolo possa sostituire degnamente quello della Dandini facendo divertire  come poche attrici lo sanno fare .   Per gli Abbonati e per coloro che hanno già acquistato i biglietti, ( di Serena Dandini) possono venire direttamente allo spettacolo con il biglietto che hanno già acquistato, avendo ricalcato la stessa piantina del Teatro presso l'Eliporto le posizioni non cambiano.

Essendo l'Area più ambia si è deciso di aumentare i posti , sempre nel rispetto delle regole imposte nel decreto per gli eventi all'aperto.
Tutti i posti saranno distanziati di un metro, all'entrata verrà misurata la temperatura, lo spettatore ha obbligo di entrare allo spettacolo con la mascherina, la stessa potrà poi essere tolta una volta seduti al proprio posto.
Dal bottone acquista è possibile acquistare i posti ancora disponibili il costo biglietto è €.30+2 di prevendita .

DEBORA VILLA in GLI UOMINI VENGONO DA MARTE LE DONNE DA VENERE

Attenzione i Posti sono distanziati di metri 1 come prevedono le istruzioni date dal governo per gli eventi .

Notizie sullo spettacolo:  “Tanto tempo fa, i Marziani e le Venusiane si incontrarono, si innamorarono e vissero felici insieme perché si rispettavano e accettavano le loro differenze. Poi arrivarono sulla terra e furono colti da amnesia: si dimenticarono di provenire da pianeti diversi.” Il testo di John Gray è un best seller mondiale che ha venduto cinquanta milioni di copie ed è stato tradotto in quaranta lingue, si basa su un pensiero tanto semplice quanto efficace: gli uomini e le donne vengono da due pianeti diversi. A portare in scena l’adattamento teatrale, una esilarante terapia di gruppo collettiva, del libro più celebre dello psicologo statunitense John Gray sarà per la prima volta in assoluto una donna: l’attrice Debora Villa. Cercando di restare imparziale, Debora vi condurrà per mano alla scoperta dell'altro sesso senza pregiudizi. Per la prima volta quindi, sarà una rappresentante di Venere a ricordarci, con la sua comicità travolgente e irriverente, raffinata e spiazzante, quali sono le clamorose differenze che caratterizzano i Marziani e le Venusiane. Uomini e donne impareranno a conoscersi di nuovo “perché - come sostiene Gray - quando si imparano a riconoscere e apprezzare le differenze tra i due sessi, tutto diventa più facile, le incomprensioni svaniscono e i rapporti si rafforzano.

ATTENZIONE LA NUOVA DATA E' MARTEDI' 4 AGOSTO PRESSO ELIPORTO DI BELLANO  ORE 21.15

PER TUTTI COLORO CHE HANNO GIA' IL BIGLIETTO CON LE VECCHIA DATA SONO DA RITENERSI VALIDI A TUTTI GLI EFFETTI

 "QUESTIONI DI CUORE '" - con LELLA COSTA

Le “lettere del cuore” di Natalia Aspesi su  il venerdì di Repubblica diventano uno spettacolo.

Un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent’anni. I tradimenti, le trasgressioni, le paure, i pregiudizi.

Migliaia di storie intorno all’amore e alla passione che, incredibilmente, non cambiano con il passare dei decenni e l’evoluzione del costume. Dalla ragazzina infatuata di un uomo tanto più grande di lei, alla donna che ama essere picchiata, dalla signora che s’innamora di un sacerdote, alla moglie tradita e abbandonata, dal giovane che si scopre gay, al maschio orgoglioso della sua mascolinità.

Tutti hanno imbracciato la penna (più recentemente la tastiera del pc) per scrivere a Natalia Aspesi chiedendo un consiglio, un parere. E le risposte, argute, comprensive, feroci, spesso sono più gustose delle domande.

A dare voce sul palco a questa corrispondenza Lella Costa in un gioco di contrappunti tra botta e risposta che raggiunge tutte le sfumature, i diversi gradi d’intensità e di intimità.

   Attenzione: i posti saranno distanziati di Mt. 1 come prevede la norma del decreto sicurezza , gli spettatori dovranno entrare muniti di mascherina che potranno poi togliere quando saranno seduti a loro posto 

VENERDI' 10 GENNAIO  ORE 21  - MARIA AMELIA MONTI / NATALIA GINZBURG-  "LA PARRUCCA"
da ‘La Parrucca’ e ‘Paese di Mare’ di Natalia Ginzburg con Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta
regia Antonio Zavatteri - scene e luci Nicolas Bovey - produzione Nidodiragno/CMC - Sara Novarese

TUTTI I POSTI SONO ESAURITI 

COSTO SINGOLO BIGLIETTO € 30 + € 2 PREVENDITA
‘La Parrucca’ e ‘Paese di Mare’ sono due atti unici di Natalia Ginzburg che sembrano l’uno la prosecuzione dell’altro. In ‘Paese di mare’ una coppia girovaga e problematica prende possesso di uno squallido appartamento in affitto.
L u i , Ma s s imo, è u n u omo perennemente insoddisfatto, passa da un lavoro all’altro ma vorrebbe fare l’artista. Lei, Betta, è una donna ingenua, irrisolta, che si deprime e si annoia facilmente, e tuttavia è genuina come solo i personaggi della Ginzburg sanno essere.
A Betta la nuova casa non piace, come non le piace quel piccolo paese di mare. Ma Massimo, che ha la speranza di trovare un lavoro nell’industria di  Famiglia di un suo vecchio amico, la convince a restare. Tranne che l’amico si rivelerà pieno di problemi e non lo riceverà nemmeno.
Così la coppia dovrà ripartire proprio nel momento in cui Betta si sarà affezionata al luogo e alla casa. Ne ‘La Parrucca’ ritroviamo Betta e Massimo in un piccolo albergo isolato, dove si sono rifugiati per un guasto all’automobile. Betta è a letto disperata e dolorante perché durante un litigio Massimo l’ha picchiata. Massimo, che ora è pittore ma dipinge quadri che la moglie detesta, si è chiuso in bagno a leggere. Dopo aver urlato al marito la sua rabbia e la sua frustrazione per un matrimonio che non funziona più, Betta telefona alla madre e le rivela di essere incinta di un politico con cui ha una relazione clandestina.
Comico, drammatico, vero, scritto con l’ironia e la leggerezza che rendono la Ginzburg unica nel
panorama della narrativa e della drammaturgia italiana, La Parrucca conferma Maria Amelia Monti
come straordinaria interprete ginzbughiana, l’attrice più adatta oggi a far rivivere quel personaggio
femminile che tanto aveva di Natalia stessa. Al suo fianco, Roberto Turchetta, attore di lunga
esperienza teatrale che ha lavorato - tra gli altri - con V. Binasco, E. Solfrizzi, S. Orlando, M.
Massironi, S. Fantoni, G. Dix, G. Gucciari, S. Fantoni, U. Dighero, R. Scamarcio, etc.